Nuove sensazioni [Di Nicolò Aiazzone]

Mihajlovic
Finalmente abbiamo avuto modo di toccare con mano quei tanto acclamati esperimenti che chiedevamo al mister, soprattutto a questo punto della stagione.

Con 7 giornate mancanti e un campionato che pare non abbia più molto da dire, dopo una lunga attesa abbiamo avuto modo di assistere a cambiamenti che, se portati avanti fino al termine della stagione, possono rivelarsi veramente interessanti per la programmazione del prossimo campionato.

Sabato col Crotone probabilmente rivedremo in campo la stessa formazione e lo stesso modulo che ha battuto il Cagliari domenica scorsa: un’altra buona occasione per ri-vedere all’opera il 4-2-3-1. Qualche indicazione da terra sarda è arrivata, forse anche più di una.

Innanzitutto è sotto gli occhi di tutti come la posizione di Ljiajc deve essere quella di trequartista, come una sorta di Jolly: con la sua inventiva e con la sua qualità lo svariare a tutto campo non può far altro che giovare l’intero gioco della squadra, poiché al centro del gioco. Diventa significante non solo per il reparto offensivo, come visto nel gol del momentaneo pareggio, ma anche in fase di impostazione, con la manovra d’attacco che più volte parte proprio dai suoi piedi. Rendono al meglio anche i compagni di reparto di Adem, soprattutto il solito Gallo che prende botte a destra e a manca, che porta su la squadra, che serve assist, e che per la 24esima volta in stagione alza la cresta.

Doveroso altresì spendere parole di elogi per Baselli: già dalla prima parte di stagione si era visto un parziale miglioramento sotto molti punti di vista da parte del numero 8 granata, ma durante queste ultime partite ci ha dato mostra della sua netta trasformazione sotto l’aspetto tattico, fisico e tecnico. Ammaliato completamente da sempre, a maggior ragione dopo le ultime prestazioni, di questo giocatore.

Cerchiamo di chiudere il campionato nel miglior modo possibile, aiutando come prima di cosa il Gallo a vincere la classifica Cannonieri in primis, e perché no magari anche la Scarpa d’Oro. Proseguendo la strada con la partita di sabato.

FVCG
Nicolò

Lascia il tuo commento

1 Commento su "Nuove sensazioni [Di Nicolò Aiazzone]"

Segnala

Ordina per:   Più recenti | Più vecchi | Più votati
Member
sandro
2 mesi 12 giorni fa

Questa analisi in parte salva la figura di Miha come allenatore. Per molto tempo lo abbiamo disegnato come un leader dal carattere arcigno, ma con poca dimistichezza tattica. Forse le condizioni per questi cambi non sempre sono state disponibili. Forse Miha ha patito una sorta di ansia di prestazione per cui non ha inteso prendersi questo rischio prima. Detto questo però le premesse sono confortanti. E’ confortante vedere un Ljajic che fa il Ljajic, un allenatore che sa correggere non solo i motivi tattici ma anche le proprie posizioni nei confronti dei giocatori, un Belotti che resta sempre lui…E’ confortante… Read more »

wpDiscuz